Keynote23ottobre2012

Il 23 ottobre al California Theatre di San Josè si è tenuto il keynote di Apple denominato Apple Special Event, un evento davvero ricco di novità e di sorprese tra le quali spiccano la presentazione del tanto atteso e nominato iPad Mini, il nuovo iPad di quarta generazione, il nuovo iMac e il MacBook Pro Retina da 13”.

Il 23 ottobre al California Theatre di San Josè si è tenuto il keynote di Apple denominato Apple Special Event, un evento davvero ricco di novità e di sorprese tra le quali spiccano la presentazione del tanto atteso e nominato iPad Mini, il nuovo iPad di quarta generazione, il Mac Mini, il nuovo iMac e il MacBook Pro Retina da 13”.

 

Ma vediamo nel dettaglio questi prodotti:


L'iPad Mini è un piccolo grande iPad che si può tenere in una mano, ha un display da 7,9 pollici ed ha lo stesso numero di pixel del primo iPad e di iPad 2, quindi supporta oltre 275000 app; ha uno spessore di 7,2 millimetri e pesa 310 grammi, poco meno della metà rispetto all'iPad tradizionale; ha una tecnologia di connessione super veloce Lite, supporta la tecnologia Wi-Fi 802.11n dual-band per velocità fino a 150 Mbps, con una prestazione Wi-Fi raddoppiata rispetto ai precedenti modelli di iPad.

E' disponibile nei modelli Wi-Fi + Cellular pronti per le reti di tutto il mondo grazie al supporto integrato per gli standard delle reti wireless ultra veloci, inclusi LTE e DC-HSDPA: ora è possibile navigare, scaricare e trasmettere in streaming contenuti ovunque ad alta velocità. L'iPad mini racchiude un chip A5, videocamera FaceTime HD, fotocamera iSight da 5 megapixel e ha una batteria che garantisce una durata fino a 10 ore.

 

iPad Mini con Wi-Fi sarà disponibili in nero e ardesia o bianco e argento a partire da 329 euro per il modello 16GB, 429 euro per il modello 32GB e 529 euro per il modello 64GB e sarà disponibile in Italia a partire dal 2 novembre.

 

Piccolo appunto: iPad Mini risulta un'inversione di tendenza rispetto alla filosofia di Steve Jobs contrario a tablet di misure ridotte.
Oltre all'iPad Mini Apple ha presentato anche una nuova versione dell'iPad tradizionale di quarta generazione; il nuovo iPad presenta un display Retina da 9,7 pollici e il nuovo chip A6X che lo rende ancora più veloce, la videocamera per FaceTime è in HD e le prestazioni wireless ultraveloci; nonostante queste novità, la batteria garantisce lo stesso fino a 10 ore di autonomia.

Il modello in Wi-Fi sarà disponibile dal 2 novembre nella versione bianco o nero a partire da 499€ per il 16GB, 599€ per il modello 32GB e 699€ per il 64GB.

 

Sia l'iPad mini sia l'iPad di quarta generazione includono di serie iOS 6, il sistema operativo mobile più evoluto al mondo, con oltre 200 nuove funzioni. Entrambi supportano il connettore Lightning, più piccolo e resistente del precedente connettore a 30 pin. Sono inoltre disponibili accessori con connettore Lightning per il collegamento di fotocamere, schede SD e dispositivi video VGA o HDMI. iPad Mini con Wi-Fi + Cellular e iPad di quarta generazione con Wi-Fi + Cellular saranno consegnati un paio di settimane dopo i modelli Wi-Fi.

 

I prezzi per iPad Mini con Wi-Fi + Cellular partiranno da 459€ per il modello 16GB, 559€ per il modello 32GB e 659 € per il 64GB; mentre per iPad di quarta generazione partiranno da 629€ per il 16GB, 729€ per il 32GB e 829€ per il modello 64GB.

Inoltre, iPad 2 e' disponibile a 399€ per il modello 16GB Wi-Fi e a 519€ per il modello 16GB Wi-Fi + 3G.

Durante la presentazione, oltre all'iPad Mini, è stato presentato anche un altro prodotto mini, il Mac Mini che è il computer più economico di casa Apple e che, anche se ha mantenuto lo stesso design, le componenti interne sono state notevolmente migliorate; troviamo infatti quattro porte USB 3, un lettore di schede SD, uscita HDMI, ma soprattutto la grande novità è dovuta dal fatto che al suo interno monta un processore dual-core o quad-core intel Core i5 o i7, con scheda grafica Intel HD Graphics 4000, supporta la RAM fino a 16GB e un HDD da 1 TB. Mac Mini è già disponibile sul sito Apple Store a partire da 649€.


L'evento ci presenta anche il nuovo, bellissimo iMac, con un design ultrasottile tutto nuovo ed è stato completamente ridefinito sia dentro che fuori con uno schermo led di grande impatto retroilluminato e il display che riduce del 75% il riflesso della luce e offre colori brillanti da qualsiasi angolazione; ogni modello ha un processore Intel Core i5 quad-core con velocità che vanno dai 2,7GHz ai 3,2GHz e una grafica NVIDEA GeForce completamente nuova che permette di avere sino al 60% in più di potenza rendendo ogni cosa più fluida e veloce. Ogni modello base ha un disco fisso da 1 TB e può raggiungere fino a 768 Gb di memoria flash (ovviamente sul sito Apple si può acquistare l'iMac e comporlo come meglio richiedono le nostre esigenze); inoltre ha un'opzione di archiviazione chiamata Fusion Drive che unisce il disco rigido con un'unità di memoria flash ad alte prestazioni e gestisce in automatico i nostri dati: nella memoria flash va a collocare le app, le foto e ciò che noi usiamo più spesso, mentre mette nel disco rigido tutto il resto rendendo sempre più veloce l'avvio del nostro iMac e riducendo il tempo di apertura di file e applicazioni che usiamo più spesso.

Ogni iMac ha due porte Thunderbolt che ci consentono di trasferire i dati a velocità sensazionali, 4 porte USB 3 che vantano velocità fino a 10 volte superiori rispetto alle USB 2.


La tecnologia wireless 802.11n permette di collegare il nostro iMac ad una rete Wi.Fi in un attimo e il Bluetooth 4.0 integrato consente di usare da subito i nostri accessori senza fili.

 

Per quel che riguarda l'audio, nonostante l'iMac risulta molto più sottile, possiamo trovare al suo interno degli altoparlanti che hanno un'acustica migliore e i due microfoni interni funzionano in simbiosi rilevando la nostra voce filtrando i rumori ambientali e garantendoci più chiarezza in fase di dettatura o di utilizzo di FaceTime, infine la videocamera FaceTime in HD a 720p rende le immagini nitidissime, qualcosa di mai visto prima.

iMac ha come software incluso OS X Mountain Lion e ha già di serie tutte le app di iLife: iPhoto, iMovie e GarageBand, in più ci sono le app per mandare e-mail, gestire gli impegni e fare il backup automatico del tuo Mac. Le versioni da 21,5” saranno disponibili da novembre a partire da 1.379€ per il modello da 2,7GHz e 1.579€ per quella da 2,9GHz, mentre quelli da 27” saranno disponibili da dicembre a partire da 1.899€ per la versione da 2,9GHz e 2.079€ per quella da 3,2GHz.


Il nuovo MacBook Pro con display Retina da 13” ha più di 4 milioni di pixel che mettono in risalto una qualità di immagini e vantano una nitidezza senza precedenti, con colori brillanti e chiari e riducendo il riflesso del 75%, ha una memoria flash incredibilmente veloce, fino a quattro volte più reattiva e fa si che bastino pochi secondi per avviare il computer; una cosa straordinaria è il fatto che sia possibile lasciare il MacBook Pro in standby e scollegato dalla corrente anche per 30 giorni: dopo un’ora o dopo un mese lo riapri e la memoria flash ti fa ripartire esattamente da dove eri rimasto.

La batteria garantisce fino a 7 ore di autonomia di navigazione internet in modalità wireless; la funzione Power Nap permette al MacBook Pro di continuare a ricevere email e inviti di calendario anche mentre dorme e se lo impostiamo in modalità stop collegato alla corrente può scaricare aggiornamenti di software e eseguire backup.

Di serie presenta processori Dual-core o Quad-core di ultima generazione facendo sì che sia il notebook più potente, mentre per la scheda grafica troviamo un'Intel Graphics 4000; su tutti i modelli da 13" e 15" abbiamo due porte Thunderbolt, la tecnologia I/O più veloce e versatile e due porte USB, una HDMI e uno slot SDX card.

Anche per quel che riguarda gli altoparlanti abbiamo una resa davvero potente e nitida specialmente se si pensa sempre alle dimensioni ridotte e alla leggerezza, il MacBook Pro infatti pesa meno di 1,7Kg e tutti i suoi componenti sono compatti e di altissimo livello.

Il MacBook Pro con display Retina ha un grande trackpad Multi-Touch in vetro: è anche un pulsante, così puoi fare tap, pizzicare, sfiorare e cliccare in libertà inoltre è dotato di un sensore che rileva i cambiamenti della luminosità dell'ambiente e regola di conseguenza l'illuminazione della tastiera e del display. Anche per i nuovi MacBook Pro troviamo come software OS X Mountain Lion e le sue app che sono state ottimizzate per il suo Retina display. Sono già disponibili e come prezzi partiamo dai 1.779€ per il 13” da 2,5GHz Retina fino ad arrivare al gioiellino di punta da 15” 2,6GHz Retina display che costa “solo” 2.929€.

 

Anche questa volta il keynote di Apple ci ha regalato molte sorprese rivelandoci il tanto atteso iPad Mini, ma se posso esprimere un mio modesto parere, ci ha giocato anche un brutto scherzo con l'uscita di una nuova versione di iPad dopo soli 7 mesi dal lancio del Nuovo iPad che purtroppo la maggior parte degli appassionati Apple ha subito acquistato e quindi mettendoci davanti un nuovo prodotto, anche se sarebbe meglio definirlo un aggiornamento del precedente modello.

 

Concludo dicendo che per me la vera rivoluzione di questo keynote sono gli iMac che presentano un design davvero unico e sono sempre più potenti, con una novità fantastica che si chiama Fusion Driver, ma questa è pur sempre una mia idea personale.

 

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    Nik (venerdì, 26 ottobre 2012 00:42)

    iPad Mini attesissimo,ma mi ha lasciato freddino....per me la chicca della serata è stato il nuovo iMac....sbalorditivo!!!

  • #2

    belinsonic (venerdì, 26 ottobre 2012 16:17)

    Hai proprio ragione, anche io la penso come te, i nuovi iMac sono veramente fantastici... ci sto facendo un pensierino ;-)

  • #3

    Mikuzzo (venerdì, 26 ottobre 2012 18:47)

    iMac bello ma troppo caro!!!

  • #4

    Callie Hon (venerdì, 03 febbraio 2017 13:07)


    My coder is trying to persuade me to move to .net from PHP. I have always disliked the idea because of the costs. But he's tryiong none the less. I've been using Movable-type on a variety of websites for about a year and am nervous about switching to another platform. I have heard very good things about blogengine.net. Is there a way I can import all my wordpress posts into it? Any kind of help would be really appreciated!

  • #5

    Kalyn Hammaker (sabato, 04 febbraio 2017 09:30)


    I have been exploring for a little for any high-quality articles or blog posts on this sort of space . Exploring in Yahoo I finally stumbled upon this site. Studying this info So i am satisfied to express that I have an incredibly good uncanny feeling I came upon exactly what I needed. I so much undoubtedly will make sure to do not disregard this web site and provides it a glance on a relentless basis.

  • #6

    Rebecca Broder (domenica, 05 febbraio 2017 00:04)


    What a material of un-ambiguity and preserveness of precious familiarity concerning unexpected feelings.

  • #7

    Linda Wollman (domenica, 05 febbraio 2017 00:21)


    Great blog here! Also your site loads up very fast! What host are you using? Can I get your affiliate link to your host? I wish my web site loaded up as quickly as yours lol

  • #8

    Connie Avans (lunedì, 06 febbraio 2017 08:22)


    Good day! I could have sworn I've visited this site before but after browsing through a few of the posts I realized it's new to me. Anyways, I'm certainly happy I found it and I'll be bookmarking it and checking back regularly!

  • #9

    Kelsie Hermanson (mercoledì, 08 febbraio 2017 18:42)


    When I originally commented I clicked the "Notify me when new comments are added" checkbox and now each time a comment is added I get several emails with the same comment. Is there any way you can remove people from that service? Bless you!

  • #10

    Stephine Golub (giovedì, 09 febbraio 2017 12:04)


    Hi there to every one, because I am really eager of reading this web site's post to be updated on a regular basis. It carries fastidious stuff.