iPad mini

Da tanto tempo si parlava di iPad Mini, anche prima della morte di Steve Jobs le voci si facevano sempre più insistenti, nuovi prodotti Apple venivano confermati e aggiornati, ma dell'iPad Mini non vi era nessuna traccia. Forse Apple ha progettato a lungo la dimensione dello schermo, la risoluzione e le componenti interne, oppure, ha dovuto superare lo scoglio psicologico del famoso anatema di Steve Jobs contro i tablet da 7

Da tanto tempo si parlava di iPad Mini, anche prima della morte di Steve Jobs le voci si facevano sempre più insistenti, nuovi prodotti Apple venivano confermati e aggiornati, ma dell'iPad Mini non vi era nessuna traccia. Forse Apple ha progettato a lungo la dimensione dello schermo, la risoluzione e le componenti interne, oppure, ha dovuto superare lo scoglio psicologico del famoso anatema di Steve Jobs contro i tablet da 7”, lanciato durante l’Earning Call del 18 Ottobre 2010; dove, fatto inusuale, Steve Jobs aveva deciso di prendervi parte esponendo il suo pensiero sui tablet da 7”: “Pensiamo che i tablet da sette pollici siano destinati a perire ancora prima dell'arrivo sul mercato. I produttori impareranno una dolorosa lezione: i loro tablet saranno troppo piccoli e si troveranno costretti ad aumentare le dimensioni l'anno successivo, abbandonando da lì in avanti sia i consumatori che gli sviluppatori che saltati sul carrozzone dei sette pollici, lasciati con un prodotto orfano e nulla più. Ci divertiremo un sacco.”

 
Fatto sta che nel del 2011 tutti i tablet da 7'' erano stati dei flop commerciali, poi è arrivato il Kindle Fire di Amazon e il Nexus 7, due prodotti di grande successo e allora non è chiaro se Apple sia corsa ai ripari o se, nonostante le parole di Jobs, l’iPad Mini fosse già in progettazione, in ogni caso Tim Cook dice di non aver cambiato idea rispetto a quanto dichiarato da Jobs all’epoca, dichiarando durante la presentazione dell’iPad Mini: “Riguardo a quello che disse Steve sui tablet da 7 pollici vorrei essere chiaro: non ne faremo mai uno, perché non sono prodotti validi. iPad mini si differenzia da questi proprio per la grandezza dello schermo: 7,9 pollici, quasi 8, mostra una differenza del 35%; insomma non è un prodotto compromesso come un qualsiasi tablet da 7 pollici".


Inizialmente anche io ero un po' scettico davanti alla presentazione di questo prodotto e ad essere del tutto onesto non mi convinceva più di quel tanto, ma come di mia consuetudine e grande curiosità, ho deciso di andare nel negozio Apple Premium Reseller della mia città per poterlo vedere e toccare con mano in modo da poter esprimere il mio giudizio: ebbene si, mi sono dovuto ricredere, perché ancora una volta Apple ha fatto centro, presentando un prodotto innovativo e dal budget accessibile e così anche questa volta sono caduto in tentazione acquistandolo!!!!

 

L'iPad Mini vanta altissimi valori produttivi puntando soprattutto sui dettagli e la qualità dei materiali, rispecchiando parecchio il design dell'iPhone 5, in particolare si nota il bordo lucido che divide la scocca dallo schermo, ed il retro opaco di alluminio ricoperto da una vernice (nera o argento) molto piacevole alla vista ed al tatto e la seconda cosa che salta all'occhio è il ridotto bordo ai lati dello schermo, a differenza di quello dell’iPad da 9.7” che corre uniforme lungo i lati del tablet.


Il suo display non ha niente da invidiare a quello dell'iPad 2, infatti abbiamo la stessa tecnologia a retroilluminazione LED dell’iPad che ci offre la massima brillantezza, anche se l'unica pecca rimane l'assenza del display retina. Ha due fotocamere una frontale per le videochiamate con facetime in HD (720p) ed una posteriore da 5 Megapixel, che ci consente di realizzare video a 1080p con un buon filtro di stabilizzazione, manca il Flash integrato.

 

Le caratteristiche tecniche che caratterizzano l'iPad Mini sono: il processore A5 (già presente nell'iPad 2) e lo schermo a 1024x768 pixel decisamente low-res non solo per gli standard “Retina” imposti da Apple negli ultimi anni, ma anche per la più economica concorrenza; la scelta di questa risoluzione è stata presa anche per permettere una compatibilità con tutto il software dell'App Store per iPad, e da questo punto di vista è certamente una scelta vincente: iPad Mini parte con 250.000 app pronte.


Così come i suoi fratelli più grandi, iPad Mini supporta Siri e ha una batteria che dura fino a 10 ore con una sola carica. Ci permette di avere un wireless fino al doppio più veloce rispetto ai modelli precedenti di iPad e con il Wi-Fi 802.11n dual band (2,4GHz e 5GHz) e il supporto per il channel bonding possiamo raggiungere velocità di download fino a 150 Mbps. Anche iPad Mini ha il connettore Lightning che può essere inserito in entrambi i versi.

 

Personalmente devo dire che prima di scrivere questa mia recensione, ho preso tempo nel testare questo nuovo prodotto e devo dire che il mio entusiasmo iniziale, provato quando l'ho visto per la prima volta, è stato confermato anche durante il suo utilizzo, lo trovo infatti molto comodo e versatile da portare in giro, complice anche la sua straordinaria leggerezza e le dimensioni ridotte e posso proprio dire che è un device studiato molto bene per essere portato giro.

 


Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Diego (venerdì, 08 marzo 2013 18:26)

    Bravo Dany!