WWDC 2015 Keynote

"The Epicenter of Change" è l'evento che ieri è stato presentato al Moscone Center di San Francisco e che è  stato ricco di novità dal punto di vista degli sviluppatori, perché si è parlato delle nuove versioni di OSX, iOS e WatchOS, ma anche del linguaggio di programmazione Swift di Apple che diventerà Open Source, ma andiamo con ordine.

 

... follow me...

 

"The Epicenter of Change" è l''evento che ieri è stato presentato al Moscone Center di San Francisco e che è stato ricco di novità dal punto di vista degli sviluppatori, perché si è parlato delle nuove versioni di OSX, iOS e WatchOS, ma anche del linguaggio di programmazione Swift di Apple che diventerà Open Source, ma andiamo con ordine.

La prima ad essere presentata è stata la nuova versione di OSX 10.11 che si chiamerà come una delle montagne simbolo del Parco Yosemite, ovvero El Capitan, ed è un miglioramento dell'attuale sistema operativo. Si tratta di tanti piccoli miglioramenti come i perfezionamenti in Spotlight Mission Control, i cambi dei font nel sistema, la Split View di due applicazioni nel medesimo schermo e il puntatore del mouse che viene ingrandito; miglioramenti anche nelle applicazioni di sistema ad esempio in Foto dove troveremo delle funzioni che attualmente non sono presenti, in Safari ed in Note che avrà anch'esso nuove potenzialità.

Per quel che riguarda iOS, la prossima versione sarà la numero 9 e l'aggiornamento punterà più sulla qualità che su grandi cambiamenti nell'interfaccia, infatti sarà un sistema che si potrà installare anche su iPad e iPhone più “vecchiotti” e le funzioni aggiuntive saranno disponibili a seconda dell'hardware, infatti se il processore lo permetterà verranno installate.


I miglioramenti principali si avranno da Siri, che sarà in grado di fare molte più cose, ma anche sulle app di sistema come ad esempio Mappe, dove potremmo trovare anche i vari percorsi dei mezzi pubblici, oppure News, un nuovo software che sostituisce l'app Edicola e permette di vedere appunto le news sui nostri argomenti preferiti.


Una grossa novità l'avremo sull'iPad dove il multitasking avrà tre nuovi modi di interazioni: SlideOver che consentirà di aprire da un lato un'altra applicazione senza dover chiudere la prima; SplitWiew che permetterà di aprire sullo schermo dell'iPad due app contemporaneamente e l'ultima, Picture in Picture, che darà la possibilità di riprodurre un filmato (FaceTime oppure un video) in un rettangolo che potremmo posizionare a nostro piacimento.


Sembrerebbe anche che ci sia un'app di esplorazione chiamata iCloud Drive che consentirebbe una maggiore libertà nella gestione dei file in iCloud.

Palando di WatchOS ci saranno delle novità importanti, una delle quali darà la possibilità di utilizzare determinate applicazioni indipendentemente dall'iPhone; ci sarà la modalità notturna che fa da sveglia, nuovi temi dell'orologio e nuovi modi di interazione, sia dalla corona che con Siri.


Avremo novità anche sul fronte della sicurezza, infatti troveremo il blocco attivazione che vorrà i nostri dati di account iCloud ossia ID e password associati all'orologio per sbloccarlo.

A fine giugno arriverà anche Apple Music con iOS 8.4 funzionerà con la propria libreria musicale, ma avremo anche delle radio che da Londra, New York e Los Angeles trasmetteranno live tutto il giorno; dopo aver concesso i primi tre mesi di prova gratuiti, costerà 9,99 dollari al mese e ci consentirà di ascoltare tutte le radio e di accedere al catalogo di Apple Music e salvarne le tracce nella nostra libreria per ascoltarle quando siamo offline.

Concludo dicendo che questo keynote è stato alquanto lungo, forse il più lungo che io abbia mai visto, ma sono state presentate tante novità soprattutto per quel che riguarda iOS.

Scrivi commento

Commenti: 0