Hello, Apple WWDC 2016

Durante il WWDC di Apple, tenutosi al Graham Civic Center di San Francisco, sono stati presentati tutti gli aggiornamenti e le novità relative ai dispositivi Apple.

L'evento inizia con Tim Cook che esprime un classico del Jobs-pensiero: “Amiamo creare app e prodotti che cambiano il mondo” anche se questa volta gli sviluppatori giocano un ruolo fondamentale, infatti, tutte le “perle” della mela sono aperte all'esterno; i programmatori potranno creare app che sfruttano l'intelligenza di Siri, animazioni per l'app di messaggistica e interazioni per le nuove mappe.

Durante il Wwdc di Apple, tenutosi al Graham Civic Center di San Francisco, sono stati presentati tutti gli aggiornamenti e le novità relative ai dispositivi Apple.

 

L'evento inizia con Tim Cook che esprime un classico del Jobs-pensiero: “Amiamo creare app e prodotti che cambiano il mondo” anche se questa volta gli sviluppatori giocano un ruolo fondamentale, infatti, tutte le “perle” della mela sono aperte all'esterno; i programmatori potranno creare app che sfruttano l'intelligenza di Siri, animazioni per l'app di messaggistica e interazioni per le nuove mappe.

 

Come da tradizione, vengono resi noti i numeri di Apple: 2 milioni di app presenti nello store e i 130 miliardi di download dello store stesso, per poi concentrarsi sui punti salienti dell'evento, iniziando da uno dei prodotti più nuovi, ossia l'aggiornamento di WatchOS.

WatchOS

Rapidità e facilità di interazione sono le caratteristiche rilevanti che contraddistinguono l'aggiornamento, viene infatti mostrato come WatchOS 3 sia più veloce: dal lancio di app, alla velocità nel refresh e al multitasking; vengono poi illustrati nuovi gesti per variare le watch faces che saranno anche animate, come selezionare risposte rapide agli sms e interagire con le notifiche.

TVOS

L'aggiornamento verrà rilasciato in autunno e si concentrerà specialmente sull'ampliamento delle app, oltre a potenziare la ricerca vocale di Siri che potrà collegare gli utenti nei live channels; interessante anche il sistema di autenticazione “Single Sigh-On”, l'introduzione di una “dark mode” ed infine “Apple tv Remote App”.

MacOS

Il sistema operativo cambia nome, diventando “macOs”, il nome scelto per la relase è MacOs Sierra, che sarà disponibile subito per gli sviluppatori, ma alla quale seguirà a luglio una beta per il pubblico prima del lancio in autunno.

Inoltre sarà possibile sbloccare il Mac con l'Apple Watch senza la password e verrà ottimizzata la gestione dello spazio nel cloud.

Seguono anche introduzione di Apple Pay tramite touchID su iPhone e poi arriva l'attesissima Siri, che si integra con il Mac e le sue app in modo più evoluto rispetto ad iOS.

iOS 10

Nella nuova relase l'idea è quella di fare in modo che i dispositivi siano sempre più facili da utilizzare, inoltre sarà caratterizzata soprattutto da ritocchi estetici concentrati nel loockscreen, che vanteranno una gamma più ampia di interazioni con il 3D Touch, oltre a consentire l'accesso alla fotocamera, ai widget ecc. ma la novità sostanziale è sicuramente il “Raise to wake” ovvero il nostro iPhone si sveglierà appena sarà sollevato!

Siri sarà aperta agli sviluppatori per permettere di ampliare il livello di comprensione ed essere quindi più ricettiva.

Aggiornamenti anche per Foto, che introduce nuovi modi di catalogare le immagini, grazie anche a Memories che è una raccolta di scatti raggruppate in presentazioni; infine vi sono altre piccole novità con Apple Music ridisegnata e iMessage che avrà nuove features.

Scrivi commento

Commenti: 0