DJI Osmo Pocket

La piccolissima ma strabiliante DJI Osmo Pocket è un concentrato di tecnologia del peso di poco più di 100g e può essere definita un capolavoro.

 

...follow me...

Sia l'accensione che lo spegnimento avvengo tramite il piccolo display touch, che pur essendo piccolo è luminoso e definito, inoltre la luminosità non è automatica, ma può essere regolata su tre livelli; non vi è lo speaker, per cui se si vuole rivedere il video registrato, non si potranno sentire i contenuti audio.

 

A seconda dello smartphone con il quale la vogliamo utilizzare, si collega sia tramite connettore lightning che USB-C per poter essere utilizzata sia con dispositivi Apple che Android; a destra vi è uno slot per l'inserimento della microSD, sotto l'entrata USB-C per l'ingresso audio e la ricarica della fotocamera, che può essere effettuata anche mentre la si sta utilizzando.

A grandi linee possiamo definirla abbastanza completa, anche se mancano uno speaker, il bluetooth e il WiFi.

La Osmo Pocket ha un piccolo sensore CMOS ½.3” da 12 megapixel con f/2.0 e un campo di ripresa da 80°, può registrare video in 4K con 60FPS e si possono scattare foto sia in 4:3 che in 16:9 che potranno essere salvate anche in RAW; i controlli manuali sono gestiti unicamente tramite l'applicazione per smartphone e non dal menu interno della Osmo Pocket, vi è anche lo slow motion a 240fps in full HD e due tipi di timelapse: quello tradizionale ed il motion lapse che permette di fissare due punti (fino ad un massimo di 4) ed il gimbal si sposterà fluidamente tra questi punti durante la realizzazione del timelapse.

 

Infine vi è la modalità panorama che è disponibile sia in 3x3 ossia 9 scatti automatici che catturano un po' tutto quello che ci troviamo davanti, che in versione 180°, ovvero 4 scatti orizzontali che ci mostrano un panorama appunto a 180°

Utilizzare la DJI Osmo Pocket è veramente uno spasso, la si porta in giro facilmente, è leggera e subito pronta all'uso; la DJI ha inserito al suo interno alcune modalità fra cui il timelapse con spostamento automatico della videocamera oppure il tracciamento automatico del volto; anche l'audio non è male e i rumori di fondo si sento bene, vento compreso!

Per quel che riguarda l'autonomia non possiamo lamentarci: in 4K la si puà utilizzare per circa un'ora, mentre in full HD si superano anche le due ore.

Io l'ho acquistata a 359€ da Unieuro ed all'interno della confezione è presente anche una comodissima custodia rigida che protegge il gimbal e lascia scoperta sia la porta di ricarica che la microSD. A parte, DJI vende numerosi accessori tra i quali un treppiedi, la custodia subacquea, il bastone estensibile, ecc. 

 

Concludo dicendo che anche se la possiedo da poco tempo, le riprese che ho effettuato, mi hanno veramente soddisfatto per quel che riguarda la qualità video, ma la particolarità di questa videocamera, unica nel suo genere, è la compattezza e la stabilità davvero sorprendente.

Scrivi commento

Commenti: 0